Come scegliere gli occhiali da sole: sicurezza e confort

Valutazione dei lettori
[Totale: 18 Media: 3.4]

Dopo aver raccontato la (breve) storia degli occhiali da sole vogliamo affrontare un altro argomento legato all’acquisto e all’utilizzo di questi importanti dispositivi di protezione ormai diventati da tempo accessorio di moda e costume: la sicurezza.

La grande diffusione degli occhiali da sole ha fatto si che sul mercato comparissero prodotti non sempre in regola con le norme di sicurezza stabilite dalla legge e, in alcuni casi, persino contraffatti.
Un occhiale esteticamente gradevole non deve essere il principale o, addirittura, l’unico criterio di scelta ma occorre considerare alcune essenziali garanzie per la tutela della salute degli occhi. Tali garanzie sono stabilite nella Direttiva Comunitaria 89/686/CEE, recepita in Italia con il decreto legislativo n. 475 del 1992.
La parola d’ordine è quindi tranquillità, perché indossare un occhiale da sole non ha effetto solo sul proprio look ma anche sulla propria salute. E siccome di mezzo ci sono gli occhi, meglio non correre alcun rischio. Anche perché le informazioni da conoscere per valutare la sicurezza di un occhiale da sole sono poche.
C’è da registrare un’importante attività di prevenzione attuata dal Ministero delle attività produttive, dalla Guardia di Finanza e dalle autorità doganali: tanti controlli che hanno portato al sequestro o al divieto di immissione in commercio di occhiali da sole non conformi alle normative provenienti prevalentemente da paesi non comunitari.

Procediamo con ordine.

La natura ci ha dotato di un sistema di protezione biologico che, in presenza di luce troppo intensa, fa scattare alcuni meccanismi difensivi come, ad esempio, l’ammiccamento della palpebra, la riduzione della pupilla e i pigmenti della retina, che filtrano la luce proteggendo le cellule nervose. Queste protezioni possono non essere sufficienti in caso di esposizione prolungata: ecco che entrano in gioco difese supplementari come i filtri comunemente montati sulle montature da sole. Questi filtri hanno lo scopo di attenuare l’intensità della luce e ridurre le radiazioni nocive come i raggi ultravioletti e raggi viola-blu.Si ha, pertanto, un aumento del confort visivo ma anche una minore esposizione ai rischi per la salute.

Adesso è molto più chiaro perché un occhiale da sole non debba essere visto solo come un accessorio di moda. L’Unione Europea, proprio per questo, li ha classificati come “dispositivo di protezione individuale”, in grado di attenuare i rischi dovuti alle radiazioni solari. Ma attenzione ad un primo elemento che, spesso, si da per scontato: non tutti i filtri possono essere usati durante la guida e per quelli non conformi all’uso su strada deve essere presente l’avvertimento “non idoneo alla guida” o, in alternativa, il relativo simbolo di “un’auto barrata”.

I dispositivi di protezione individuale sono ripartiti in tre categorie: gli occhiali da sole appartengono alla prima categoria che tratta i “rischi di danni fisici di lieve entità” e la valutazione dell’efficacia è lasciata alla persona che li utilizza.

Cosa caratterizza un occhiale sicuro?

La direttiva 89/686/CEE definisce le prescrizioni di progettazione e di fabbricazione necessarie per garantire che gli occhiali siano sicuri ed, in particolare, prevede che un occhiale da sole deve essere accompagnato da:

  • marcatura CE
  • nota informativa

La marcatura CE deve essere posta sull’occhiale in maniera visibile ed indelebile. Ad esempio non potrà essere applicata con un adesivo o mediante trasferibile (in alcuni casi l’abbiamo notata stampata sulla pellicola protettiva delle lenti). Perché è importante questa marcatura? Perché con la scritta CE il fabbricante attesta, sotto la propria responsabilità, la rispondenza ai requisiti di sicurezza previsti dalla legge.
Nel caso in cui le dimensioni degli occhiali non permettano altrimenti (ad esempio montature nilor o in metallo ultraleggere) la marcatura può essere apposta anche sull’imballaggio. Ma solo in questi casi.

La nota informativa è molto importante e, spesso, viene sottovalutata dal consumatore. Deve essere scritta in lingua italiana e deve contenere il nome e l’indirizzo del fabbricante. Ma non solo. Devono essere presenti le seguenti quattro informazioni per il consumatore:

  1. la categoria del filtro solare (da 0 a 4 a seconda delle condizioni di illuminazione)
  2. il tipo di filtro solare (per esempio fotocromatico, polarizzante o degradante)
  3. la classe ottica (1° o 2°, in base alla qualità ottica della lente)
  4. le istruzioni di impiego, di pulizia e di manutenzione.

La categoria di filtro è indicata con un numero che va da 0 a 4 stabilite in base alla seguente tabella

Categoria Utilizzo
 0-1 filtro trasparente, molto chiaro o chiaro: per locali chiusi
 2 filtro medio, per illuminazioni medie e giornate nuvolose
 3  filtro scuro, per uso generale in pieno sole
 4 filtro molto scuro, per forti illuminazioni, alta montagna, superfici riverberanti.
NON IDONEO ALLA GUIDA.

Il colore del filtro non incide nello stabilirne la categoria

Il tipo di filtro oltre che normale può prevedere delle protezioni aggiuntive:

  • fotocromatico: si scurisce al sole e si schiarisce all’ombra, adattandosi alle condizioni metereologiche e di luminosità variabili.
  • polarizzato: filtra anche i riflessi e, oltre a proteggere gli occhi, migliorano la visibilità.
  • degradante: consente una notevole attenuazione della luce solare e risultano particolarmente adatti alla guida, perché offrono una ottimale visibilità della strada.

La specchiatura è un trattamento che si può applicare a qualsiasi tipo di lente e offre una ulteriore protezione contro la luce molto intensa (come sulla neve o al mare) in quanto devia i raggi del sole colorando le lenti di un colore molto acceso in grado di dare un tocco personale al proprio look.

Quali colori indossare?

Anche se il colore della lente non incide sulle capacità di protezione del filtro, è indubbio che la scelta sia un fattore estremamente personale. Ma ciascun colore ha delle caratteristiche specifiche che è bene conoscere.

GIALLO consigliate quando si scia con il cielo coperto perché accentuano i contrasti.
BLU consigliate a chi ha difficoltà a vedere da vicino danno in quanto hanno una visibilità simile al bianco e nero
ROSA consigliate per chi deve graduarle per la correzione della vista in quanto hanno un effetto riposante
GRIGIO consigliate per il relax della vista perché sono riposanti e non alterano i colori
MARRONE consigliate a chi ha problemi di miopia perché offrono una buona protezione dai raggi nocivi
VERDE consigliate, come quelle blu, per gli ipermetropi in quanto sono molto riposanti

 

Per quanto riguarda la forma e le dimensioni delle lenti occorre sempre considerare che occhiali troppo piccoli permettono a grandi quantità di luce riflessa di raggiungere l’occhio, vanificando l’effetto protettivo. Ma lo stesso può essere detto di occhiali troppo avvolgenti.

Un ultimo riferimento in termini di sicurezza deve essere fatto anche in relazione al materiale utilizzato nella montatura che, in quanto a contatto con la pelle, deve essere totalmente atossico.

Per chiudere un breve accenno alle accortezze da avere per la cura e la manutenzione degli occhiali da sole.

Occorre riporli sempre nel proprio astuccio e non appoggiarli mai con le lenti rivolte verso il basso in quanto potrebbero rigarsi in maniera indelebile. In caso di piccoli graffi superficiali è possibile rimuoverli con seguendo i consigli che diamo nel post “Come eliminare piccoli graffi sulle lenti da vista“.

E’ opportuno evitare di lasciarli esposti al calore (ad esempio sul cruscotto dell’auto) in quanto questo può provocare danni permanenti soprattutto alla montatura.

Il trattamento idrofobico può facilitare la pulizia di una lente dallo sporco che vi si deposita sopra. Abbiamo già parlato di come eliminare ogni traccia di sporco dalle lenti in questo post “Come pulire gli occhiali da vista? Le 5 mosse vincenti” , molto apprezzato dai nostri lettori.

Per approfondimenti su può far sempre riferimento al sito del Ministero della Salute

Sul nostro shop online, puoi acquistare occhiali da sole originali e lenti da sole ad alta definizione

 

 

 

Condividi sui socialShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Come scegliere gli occhiali da sole: sicurezza e confort scritto da Lo Staff media voto 3.4/5 - 18 voti utenti

Ti potrebbero piacere...

Lascia un Commento